fbpx

Social Media Marketing

Content marketing strategico?
I video in prima posizione

Negli ultimi anni i video hanno assunto sempre più importanza, diventando un valido strumento per lanciare campagne virali di successo. Alla base del boom dei video sul web c’è sicuramente una ragione pratica: oggi caricare video è molto più semplice, anche da mobile, rispetto al passato e il coinvolgimento dell’audience è sorprendente!

Catturare l’attenzione degli utenti

Teniamo presente che l’utente avvia un video solo se veramente interessato al suo contenuto. In caso contrario, scorre velocemente la pagina ignorandolo. Ma quali sono gli elementi che spingono il pubblico a cliccare “play” su un video?

Sicuramente il primo fattore è il mittente, ovvero la persona dalla quale veniamo a conoscere il video: più il legame con questa persone è stretto e basato sulla fiducia, più aumentano le possibilità che il video sia guardato. La stessa cosa accade quando si tratta di un’azienda: se
le aziende rinomate e conosciute come leader in un settore pubblicano un video, probabilmente gli utenti saranno tentati a visualizzarlo.

Un altro elemento importante per suscitare curiosità negli utenti è sicuramente l’immagine di anteprima del video. Scegliete l’anteprima migliore che invogli ad aprire il video!

Un ulteriore elemento da tenere in considerazione è il numero delle visualizzazioni e delle condivisioni: più è alto il numero delle persone che hanno visualizzato e condiviso un contenuto, maggiori saranno le probabilità di incuriosire nuovi utenti!

Dopo aver convinto l’utente a visualizzare il contenuto, è necessario che rimanga soddisfatto della visione e, per far questo, è utile seguire alcune regole nella realizzazione del video:

  • realizzate una storia accattivante: la storia raccontata nel video è l’elemento più importante, spesso più del prodotto stesso che può in alcuni casi passare in secondo piano
  • l’importanza dei primi 5 secondi: per assicurarvi che l’utente completi la visione del video, concentratevi sui primi 5 secondi! Sono fondamentali!
  • fate storytelling emozionale: appassionate, raccontate e suscitate emozioni con alternanza tra momenti divertenti e malinconici!
  • effetto sorpresa ma senza esagerare: l’elemento della sorpresa è fondamentale nello storytelling del video ma non deve essere confuso con l’effetto choc che porterebbe ad abbandonare la visione.
  • call to action: non dimenticate di invitare l’utente all’azione o creare un bellissimo video potrebbe rivelarsi inutile!

Misurare l’efficacia di un video

Quali sono i criteri per misurare l’efficacia di un video? Senza dubbi ce ne sono diversi ma c’è una metrica che non cambia: il tempo di visione che ci mostra la capacità del video di mantenere alta l’attenzione durante la riproduzione! Il numero di visualizzazioni è un debole indicatore del successo, quello che conta è misurare il coinvolgimento, la risposta del pubblico.

La potenza vera del video sta proprio in questi due elementi: tempo di visione e numero di interazioni!

Tipologie di video

Quali tipi di filmato produrre? Eccone alcune tipologie:

  • tutorial: video che mostrano al pubblico come fare qualcosa;
  • video promozionali: brevi video che promuovono prodotti o eventi;
  • documentari sul vostro brand: un video che metta in mostra la storia del vostro brand;
  • studi e testimonianze: video che hanno come protagonisti i vostri utenti che spieghino in prima persona come i vostri prodotti potranno aiutarli;
  • “dietro le quinte”: video che portano il pubblico nel backstage della vostra attività;
  • video di eventi: video di eventi legati al vostro business o all’interesse dei vostri utenti.

I video, dunque, costituiscono davvero un potenziale per il digital marketing delle aziende: creatività, strategia e impatto emotivo sono essenziali per farsi conoscere!

eCommerce: la strategia vincente per San Valentino

Siamo in ritardo, questo è certo, ma non temete, però, che non è ancora troppo tardi!

Vi aiutiamo, con l’aiuto di @ecommerce_HUB, a creare la strategia che farà incrementare le vendite durante la festa degli innamorati: solo tre strumenti (che sicuramente già conoscerete).

1. La landing page

Per landing page si intende, letteralmente, una pagina d’atterraggio. Si tratta, cioè, di una pagina del tuo sito internet dove indirizzare gli utenti che cercano specifiche informazioni su un dato argomento. Nel caso specifico, dunque, potresti creare una landing page di San Valentino, dove inserirai informazioni utili per i tuoi potenziali acquirenti durante il periodo di San Valentino. Quali sono le tue migliori offerte in questo periodo? Uno speciale sconto per chi acquista più di un regalo? La spedizione garantita entro il 14 febbraio? Oppure una specifica selezione di prodotti per lui e lei? Se raccoglierai tutte queste informazioni in un’unica pagina, potrai indirizzare l’attenzione degli utenti su di essa, sia attraverso l’email marketing sia attraverso la strategia di social marketing.

La home page di Pandora nel 2017

Come già saprai, tuttavia, non tutti gli utenti raggiungono il tuo sito attraverso questi due canali. Molti, si spera, accedono anche direttamente alla homepage. In questo caso, è bene considerare l’opportunità di arricchire anche questa pagina con delle informazioni relative alla tua offerta di San Valentino, per esempio con una semplice call to action che indirizzerà gli utenti verso la landing page. Un tocco romantico al layout dell’intero sito, comunque, aiuterà gli utenti a comprendere immediatamente che il tuo eCommerce offre delle offerte di San Valentino.

2. La newsletter

Affinché i potenziali clienti raggiungano la landing page di San Valentino è necessario metterli al corrente delle iniziative che lo shop online ha messo in atto. Creare una newsletter di San Valentino può essere una soluzione, ma attenzione. È più facile che la mail venga cestinata, piuttosto che letta con attenzione, specialmente in questo periodo! A tal proposito è molto importante segmentare bene il tuo pubblico. La prima e più semplice riguarda la suddivisione dei destinatari in uomini e donne. Esistono, tuttavia, segmentazioni ben più profonde: potresti inviare una newsletter apposita ai clienti che hanno già acquistato un prodotto in occasione dello scorso San Valentino, o ai compratori più prolifici sul vostro shop.

3. Sui social

Così come per l’email marketing, anche un’attenta strategia social per San Valentino può aiutare a incrementare le vendite. Una campagna di promozione sui social, se ben strutturata, può garantire il raggiungimento del target di pubblico che ti sei prefisso. Dunque, spazio alla creatività e all’originalità per colpire i tuoi potenziali clienti. Scegli con attenzione gli hashtag nei quali inserire i messaggi promozionali e, in questi ultimi giorni, prepara un piano editoriale che scandisca con precisione non solo i tempi, ma anche i canali social che intendi adoperare.

Infine, anche in questo caso seleziona con attenzione le sponsorizzazioni che intendi effettuare e il pubblico che intendi raggiungere. Valuta l’opportunità, anche in questo caso, di segmentare il tuo pubblico. Banalmente, inizia col suddividere i messaggi per sesso.

E poi fateci sapere come è andata!

Swatch Campagna Facebook
Un’inserzione sponsorizzata di Swatch

Instagram : morte o rinascita della fotografia?

Utilizzando l’app Instagram, l’avrete sicuramente usata almeno una volta, tutti siamo in grado di produrre foto piacevoli alla vista: i filtri ci mettono nelle condizioni di ottenere effetti che, da profani, non saremmo mai riusciti a ottenere. Secondo voi è dunque corretto dire che Instagram abbia ridotto molto la linea di separazione tra fotografia amatoriale e fotografia professionale?

Sicuramente i profani hanno la sensazione di avere in mano uno strumento potentissimo che permette di affacciarsi ad un mondo prima riservato solo agli specialisti. Ma si tratta di una sensazione fondata o di un’illusione che fa sottovalutare le difficoltà di un approccio più professionale?

Qualche anno fa parlando con una fotografa professionista le parlammo delle potenzialità di Instagram e Facebook, e di questo modo innovativo di concepire la fotografia. Mi rispose: “Instagram? Bel giochino”. Ma chissà che cosa penserà ora vedendo che Instagram si è conquistato un posto di tutto rilievo nel campo della fotografia professionale, utilizzato da molti professionisti del settore. Instagram  è un potente mezzo di condivisione delle informazioni veicolata per immagine. Moltissimi blogger, agenzie, giornalisti e testate giornalistiche (il New York Times tra le prime) hanno aperto un account su questo media e per qualcuno è già diventato un’opportunità commerciale.

Instagram è diventato così popolare che da un poco di tempo anche alcune agenzie fotografiche  nel mondo (Getty Image, Associated Press…) hanno cominciato a proporre gallerie di foto in vendita scattate con Instagram.

Il vantaggio è evidente: con la sua semplicità e con l’uso di un mezzo fisico molto minimale (un telefono smartphone) rende agevole il lavoro presso eventi dal vivo, come ad esempio una sfilata di moda, che a volte risultano più complessi con un mezzo più professionale. In più il fatto di scattare e condividere all’istante dà un grosso beneficio e una narrazione dell’evento in tempo reale.

5 suggerimenti utili per foto direttamente con Instagram

    • Usa l’istinto quando devi scegliere il soggetto della foto, fotografa ciò che ti piace
    • Abbi cura delle simmetrie e delle proporzioni (se si scatta direttamente attraverso l’applicazione, Instagram inserisce una griglia che aiuta a mettere il soggetto principale al centro della foto e a tenere l’orizzonte dritto se si fotografano paesaggi)
    • Cerca di prediligere immagine semplici, tendenti al minimalismo e preferibilmente luminose (pensa al fatto che le foto verranno visualizzate principalmente su uno schermo piccolo e scorse abbastanza velocemente)
    • Non usare le bande orizzonatali e verticali, fai foto a tutto schermo
  • Se fotografi le persone, cerca di trovare uno sfondo neutrale

Natale, su Facebook, arriva subito!

Ecco alcuni accorgimenti per partire col piede giusto su Facebook Ads in vista del Natale.

Per quanto riguarda le festività natalizie il percorso del cliente deve essere considerato come un funnel: inizia ad aumentare la notorietà della marca e a trovare nuovi clienti per incrementare le persone del low-funnel di acquisto, e solo successivamente mostra loro inserzioni specifiche che presentino i tuoi prodotti o servizi.

Natale, su Facebook (e in generale nell’advertising online), inizia ora a fine settembre.

1. Fai conoscere il tuo brand

Sfrutta i mesi in cui vengono pubblicati meno contenuti promozionali per creare interesse prima delle festività. A questo punto, inizia ad aumentare la notorietà, in modo che le persone si ricordino della tua azienda quando iniziano lo shopping delle festività. Ad esempio, se stai per lanciare un nuovo prodotto straordinario, inizia ad aumentarne la notorietà ora per promuoverlo poi in seguito come regalo perfetto per le festività.

Diario: Settembre – Ottobre

Targetizzazione: Pubblico target

Strumenti chiave: pubblica le inserzioni su Facebook e Instagram, effettua il retargeting dei video (se ne hai)

Formati pubblicitari: immagine, video, slideshow, carosello, canvas

13717844_1406339762716755_1702484001_n

2. Trova nuovi potenziali clienti

Dopo aver iniziato ad aumentare la notorietà del tuo brand, prendi in considerazione i vari modi per incrementare la tua base di clienti. Ad esempio, un’inserzione per acquisizione contatti ti consente di raccogliere gli indirizzi e-mail dei clienti interessati a ricevere una newsletter sulle tue promozioni per i regali delle festività.

Diario: Settembre – Ottobre

Targetizzazione: Pubblico simile

Strumenti chiave: Pixel di Facebook, Similar Audience

Formati pubblicitari: carosello, inserzioni per acquisizione contatti, video, immagini

3. Incrementa le vendite

A ottobre devi iniziare a incrementare le vendite raggiungendo i clienti che conoscono già il tuo brand e hanno mostrato interesse nei tuoi prodotti e servizi. Ad esempio, crea un pubblico personalizzato dall’elenco di indirizzi e-mail della tua newsletter e rivolgi le tue inserzioni a tale pubblico con un’inserzione carosello che presenti le offerte che desideri promuovere come regali perfetti per le festività.

Diario: Ottobre – Novembre – Dicembre

Targetizzazione: Pubblico custom

Strumenti chiave:Pixel di Facebook, Custom Audience

Formati pubblicitari: inserzioni per acquisizione contatti, video, immagini

13695311_1746894245558613_1076781013_n

13695973_1070106876358477_1448371056_n

13706753_1033826863380156_714773448_n

4. Effettua remarketing su clienti selezionati

Da novembre, oltre a rivolgerti al tuo pubblico target, devi iniziare a effettuare assolutamente il remarketing per i clienti più importanti in modo da ottenere vendite maggiori durante i mesi delle festività in cui si registrano più acquisti. Ad esempio, puoi creare un pubblico personalizzato solo con i visitatori del tuo sito e attivare campagne di retargeting solo per loro, con inserzioni che presentino prodotti a cui potrebbero essere interessati.

Diario: Novembre – Dicembre

Targetizzazione: pubblico personalizzato Tutti i visitatori del tuo sito (o gli utenti dell’app mobile)

Strumenti chiave: Custom Audience

Formati pubblicitari: inserzioni dinamiche

 

Facebook Dinamico? Per noi è sì

E fu così che anche Facebook diventò dinamico, grazie alle DPA (Dynamic Product Ads).

Le inserzioni dinamiche ci consentono di connettere i nostri cataloghi prodotti di considerevoli dimensioni con ogni acquirente unico grazie a inserzioni per i prodotti pertinenti mostrate nel momento giusto. Stiamo riscontrando risultati straordinari, tra cui un incremento del CTR del 34% e una riduzione del costo per acquisto del 38%.

Le inserzioni dinamiche ci hanno consentito di coinvolgere più facilmente i clienti scegliendo le creatività più pertinenti per loro. I primi risultati hanno superato ogni aspettativa. Le prestazioni sono state molto positive sui dispositivi mobili, un settore molto importante e in grande espansione dove attualmente stiamo registrando un tasso di conversione due volte superiore.

(firmato: un Online Marketing Manager soddisfatto)

Le inserzioni dinamiche di Facebook ti consentono di promuovere prodotti pertinenti mostrandoli agli acquirenti che sfogliano il tuo catalogo prodotti sul sito Web o sull’app mobile.
  •  Scalabilità: promuovi tutti i tuoi prodotti usando creatività uniche senza dover configurare ogni singola inserzione
  •  Continuità: imposta le tue campagne una volta e raggiungi le persone in modo continuativo con il prodotto giusto nel momento giusto
  •  Pubblicazione su più dispositivi: raggiungi le persone con le inserzioni su tutti i dispositivi che usano, indipendentemente dal punto di contatto originale della tua azienda
  •  Pertinenza elevata: mostra alle persone inserzioni relative ai prodotti a cui sono interessate per incrementare la probabilità di acquisto

 

Ecco come fare

  1. Caricare il tuo catalogo. Un catalogo prodotti, noto anche come elenco prodotti, è una lista dei prodotti che desideri pubblicizzare su Facebook. Ogni prodotto della lista presenta caratteristiche specifiche, ovvero ID prodotto, descrizione, URL della pagina di destinazione, URL dell’immagine, disponibilità, ecc., che possono essere usate per creare un’inserzione.
  2. Configurare il tuo pixel di tracciamento. Inserisci il pixel di Facebook sul tuo sito Web (o sull’App Events se hai un’app) e modificalo in modo che registri la visualizzazione, l’aggiunta al carrello o l’acquisto degli ID prodotti.
    Il pixel di Facebook è lo stesso pixel usato per creare il pubblico personalizzato dal sito Web o per monitorare le conversioni. E’ importantissimo!
  3. Creare il tuo modello di inserzione personalizzato. Crea un modello per le inserzioni dinamiche che venga completato automaticamente con i prodotti giusti. Puoi scegliere di mostrare tutti i prodotti o solo un singolo insieme di prodotti definito da te. Usa le parole chiave per la selezione dinamica di immagini, nomi dei prodotti, prezzi e altro ancora dal catalogo prodotti. Mostra un singolo prodotto o più prodotti contemporaneamente (formato Carosello).
    Le inserzioni dinamiche sono supportate nella sezione Notizie, nella colonna destra di Facebook e su Audience Network, e sono pubblicate su qualsiasi supporto: mobile, tablet e computer.
  4. Pubblicare! Quando le persone cercano prodotti sul tuo sito Web o sulla tua app, e poi giungo su Facebook, visualizzeranno automaticamente le inserzioni dinamiche. Ogni inserzione è formattata su misura per gli acquirenti in base ai prodotti che cercano tramite parole chiave, immagini e altri contenuti estratti direttamente dal catalogo prodotti caricato. Ad esempio, le persone che cercano un comodino sul tuo shop online di mobili potrebbero vedere un’inserzione relativa agli ultimi modelli di comodino, o una selezione di prodotti correlati quando accedono nuovamente a Facebook.
    Le inserzioni dinamiche sono al passo con la tua azienda e ti consentono di mostrare solo i prodotti presenti in magazzino e con il prezzo aggiornato. Quando una persona effettua un acquisto nel tuo sito, le inserzioni per quel prodotto vengono disattivate automaticamente su tutti i dispositivi; in questo modo, non mostrerai più ai clienti acquisiti i prodotti che hanno già acquistato.

dpa facebook

 

Che dire… S’ha da prova’. Chiedeteci una mano.

Olimpiadi Rio 2016: 100% social

Nella notte italiana del 5 agosto avrà luogo la cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Il giornalista del Sole24ore @UMangiardi ha delineato le novità e i riferimenti da seguire in questa edizione, che si preannuncia la più “social” di tutte!

Facebook e Instagram

Come già accaduto per altri eventi mondiali, su Facebook sarà possibile personalizzare la propria immagine del profilo attraverso Facebook Frame, che aggiungerà al proprio avatar i colori della nazionale scelta. Inoltre, con l’app MSQRD (Masquerade), sarà possibile pitturarsi digitalmente il volto coi colori della propria bandiera. Inoltre ci sarà la possibilità di seguire integralmente il feed dell’evento: per collegarsi sarà sufficiente cliccare lo speciale “saluto” mattutino da parte di Facebook per essere reindirizzati ad un mix di contenuti dinamici personalizzati dedicati alle Olimpiadi, composti da conversazioni, eventi, video Live e quant’altro…

Invece Instagram lancia per Rio 2016 la funzione Instagram Stories, molto (forse troppo) simile a quello di Snapchat: istantaneità la parola d’ordine, infatti tramite Instagram Stories le foto e i video inseriti sotto la dicitura “storie” scompaiono dopo 24 ore senza ammorbarci il profilo. Insomma, molto Snapchat.

Hashtag e account Twitter utili

L’hashtag ufficiale della cerimonia è #OpeningCeremony e permetterà a milioni di telespettatori di unirsi tutti in un unico flusso con epicentro lo Stadio Maracanà a Rio de Janeiro. Twitter, Vine e Periscope agiranno di pari passo per un’esperienza coinvolgente a 360 gradi! Altro hashtag imprescindibile sarà #Rio2016, trend topic designato e riferimento ufficiale dell’Olimpiade. Per quanto riguarda gli account ufficiali, segnatevi i seguenti: @Olympics (account ufficiale dei Giochi), @OlympicFlame (l’account ufficiale della torcia olimpica e del suo viaggio), @Rio2016 (l’account ufficiale delle Olimpiadi di Rio 2016, disponibile anche in inglese @Rio2016_en) e @ItaliaTeam_it, l’account che raggruppa atleti, tecnici, Federazioni e società sportive italiane presenti a Rio, e non ultimo @Coninews, l’account ufficiale del CONI.

Inoltre su Twitter si potranno condividere la passione e l’entusiasmo con ben 207 Emoji studiate ad hoc: basterà Twittare l’hashtag di tre lettere legato ad ogni Paese in gara per veder comparire l’Emoji a bandiera personalizzata per ogni Team.

Schermata 2016-08-04 alle 15.06.03