fbpx

newsletter

Costruire una campagna email marketing di successo

Oggi siamo letteralmente tempestati da tantissimi prodotti. Se vuoi essere sempre la prima scelta dei tuoi clienti, prova con l’invio di newsletter o DEM(direct email marketing).

Perchè scegliere l’email marketing

L’email marketing è il perfetto complemento delle altre attività di marketing digitale. Ma qual è il vantaggio? Permette il coinvolgimento e la fedeltà del cliente senza farti spendere troppo. E funziona bene anche sui dispositivi mobili. Inoltre ti consente di avere accessi costanti al tuo sito, comunicare il lancio di un nuovo prodotto e di costruire un legame continuativo e di fiducia con i clienti o potenziali tali.
newsletter

Primi passi

Come per qualsiasi tipo di marketing, anche per l’email marketing il primo passo dovrebbe essere fissare degli obiettivi. Cosa vuoi ottenere?
Vuoi utilizzare le email per presentare i tuoi prodotti e servizi e portare più visitatori sul tuo sito web? Vuoi sfruttarle per conseguire risultati commerciali?
Quali che siano i tuoi obiettivi, è buona norma iniziare creando un elenco di persone che hanno espresso interesse per la tua attività.

Allora, come trovare queste persone e ottenere il loro indirizzo email? Semplicemente chiedendoglielo.Quando parli con i clienti, chiedigli cortesemente di darti il loro indirizzo email per inviargli sconti e offerte speciali. Se hai un sito web, inserisci un modulo e invita i visitatori a iscriversi online.
Ricorda che le persone devono autorizzarti ad inviare loro email commerciali e che in molti paesi esistono leggi che richiedono un consenso esplicito.

Non sommergere i tuoi clienti con troppi contenuti in un’unica email o con troppe email una dopo l’altra. Un utente che si iscrive alla newsletter che hai creato non ti sta dando il consenso a bombardarlo di messaggi commerciali.

Inizia salutando e presentandoti in maniera amichevole. Poi, potrai inviare informazioni sul tuo negozio e sulle linee di prodotti in vendita. Ricorda che la persona che si iscrive a una mailing-list vuole ricevere risposte a problemi concreti.

A questo punto, puoi fare un paio di domande per definire il loro campo di interesse.emailmarketing1
Quando avrai informazioni sui tuoi clienti, potrai inviare loro offerte specifiche o contenuti che possono trovare interessanti, ricordati di inserire informazioni utili e offerte pertinenti.

Oltre che per promuovere la tua attività, puoi usare l’email marketing per saperne di più sui tuoi clienti. Saranno utili tutte quelle informazioni che ti aiuteranno a individuare gli interessi del tuo target e intercettare le sue esigenze.

Se renderai i tuoi contenuti utili e divertenti, i tuoi iscritti li apprezzeranno e così sarai in cima ai loro pensieri quando dovranno fare acquisti. L’email marketing è un ottimo modo per sviluppare relazioni sia con i clienti attuali che con quelli potenziali.

Se individui diversi segmenti di pubblico, puoi personalizzare le comunicazioni in base ai loro interessi specifici. Fate ricorso quindi a email profilate e personalizzatele il più possibile, se potete. Proponendo contenuti utili e coinvolgenti, puoi fidelizzarli nel tempo.

Gli strumenti

Anche se le opzioni a disposizione sono molte, la maggior parte degli strumenti di email marketing ha in comune alcune funzioni.

  • Un database di contatti che archivia le informazioni relative ai tuoi clienti.
  • Un modulo che permetta alle persone di iscriversi (e di annullare l’iscrizione) autonomamente.
  • La possibilità di creare elenchi per classificare gli iscritti
  • Modelli pre-impostati per le mail che siano anche responsive
  • La programmazione degli invii

Uno strumento di email marketing può essere usato anche per verificare cosa fanno gli utenti una volta ricevuta l’email e chi fa clic sui link contenuti nelle email, questo sempre perchè più informazioni hai sui tuoi contatti, più contenuti personalizzati potrai inviare.

La newsletter

Le due cose vedranno immediatamente i tuoi clienti quando riceveranno la tua newsletter: il mittente e l’oggetto dell’email.dem
Deve essere chiaro chi sta mandando la newsletter. Chi la riceve altrimenti potrebbe sospettare che si tratti di spam.
È più probabile che le persone aprano un’email inviata da qualcuno che conoscono e di cui si fidano.

La riga dell’oggetto è quello che fa decidere i clienti se aprire l’e-mail o eliminarla. Fate quindi attenzione. L’oggetto dell’email può determinare il successo o l’insuccesso della tua campagna.

Arriviamo al contenuto della newsletter. Anche se hai scritto il messaggio più intrigante del secolo, è probabile che i tuoi lettori ci diano solo un’occhiata veloce. Quindi, scrivi contenuti concisi e vai dritto al punto.I paragrafi devono essere brevi – massimo tre frasi – e incentrati su una singola idea. Puoi sempre inserire un link a un articolo o a informazioni supplementari sul tuo sito web.

Usa uno stile il più possibile persuasivo e coinvolgente. E usa il tono adatto al tuo pubblico. Vuoi che il tuo brand comunichi uniformità e coerenza, ma ricorda che le newsletter ti offrono l’opportunità di assumere un tono un po’ più informale.
Includi un call to action. Invita i destinatari a fare clic e scoprire le offerte sul tuo sito web.

Usa la grafica e il grassetto per mettere in evidenza i contenuti e le offerte importanti.
Quindi ricorda: dedica del tempo alla preparazione di un oggetto breve ma persuasivo. Scrivi contenuti concisi con un tono allegro e coinvolgente. Inserisci link utili che miglioreranno l’esperienza del cliente e potrebbero portare a un aumento delle vendite.

Puoi migliorare le tue campagne testando le tue email, sfrutta il test A/B, o split test, per aumentare il numero di chi apre le tue email e fa clic per visitare il tuo sito web. Il test A/B consiste nel creare due versioni di una stessa email per vedere quale ottiene risultati migliori. Puoi utilizzare questa tecnica per testare approcci differenti.

Ricordati di scegliere – o di creare – pagine di destinazione specifiche per le tue campagne email. La pagina di destinazione è la prima pagina che una persona vede quando arriva sul tuo sito web.Le tue campagne email avranno più successo se manderai i visitatori direttamente sulla pagina che desiderano vedere, così potranno trovare le informazioni sul prodotto e magari acquistarlo.Infine, tieni presente che le persone potrebbero leggere le tue email sul cellulare, il tablet, il laptop o il desktop. Le pagine di destinazione devono perciò funzionare correttamente su tutti questi dispositivi.

Come qualsiasi tipo di marketing online, l’email marketing è facile da valutare. I servizi di email includono, di solito, anche strumenti di analisi, per permetterti di monitorare e misurare l’andamento delle tue campagne.
I rapporti possono mostrarti dati interessanti, come i “tassi di apertura”, utili a farti capire quali sono gli oggetti più convincenti. Puoi vedere quali contenuti aumentano il traffico sul tuo sito grazie alla “percentuale di clic”, che indica quante persone fanno clic su un link contenuto nell’email. Le statistiche potranno risultare noiose, ma solo analizzando i dati potremo attuare le strategie più efficaci per creare newsletter e campagne di email marketing migliori.

E infine, puoi usare l’analisi dei dati web per capire cosa fanno le persone sul tuo sito, dopo che hanno fatto clic sui link all’interno delle email. Come sempre, dovresti cogliere ogni opportunità di migliorare l’esperienza sul sito web per i visitatori provenienti dall’email marketing.

Tenete a mente queste cose quando si crea e si invia campagne email. Anche se non necessariamente si garantisce il successo al 100%, vi aiuterà certamente a migliorare i vostri tassi di apertura e il ROI.