fbpx

Google Analytics

Correggere gli errori 404 in un attimo!

Correggere tutti gli errori 404 interni al tuo sito serve non solo a garantire una corretta navigazione dell’utente ma anche a non perdere l’enorme vantaggio proveniente dai link esterni che puntano alla tua pagina, ovvero quella parte di PageRank presa dalla pagina di origine del collegamento che viene persa in caso di errori 404.

Noi crediamo fermamente che correggere tutti i link rotti sia una attività molto importante che tuttavia viene spesso sottovalutata. Tu per esempio te ne stai occupando per il tuo sito?

Per trovare gli errori 404 si possono usare diversi strumenti SEO, il più accessibile è sicuramente Google Search Console, lo Strumenti per Webmaster di Google di una volta.

A parte rarissimi casi, praticamente qualsiasi sito web ha delle pagine che per vari motivi non vengono trovate e generano quindi degli errori, i cosiddetti HTTP 404 (Not Found, non trovato appunto). La Google Search Console mostra queste pagine riferendo che sono errori e, anche se sono errori comuni, gestirli nel più breve tempo possibile è un dovere per aumentare la qualità del tuo sito e la sua ottimizzazione per i motori di ricerca.

Qualche dritta

Nella guida di Google sono ben illustrate tutte le funzionalità della sezione Errori di scansione presente nella Search Console. Visto però che questo articolo/tutorial è più incentrato sulla parte pratica dell’utilizzo della Google Search Console, una piccola introduzione alla sezione degli errori di scansione (e quindi anche degli errori 404) è necessaria, altrimenti quello che verrà riferito in seguito potrà essere complicato da applicare.

  1. Una volta fatto l’accesso alla Search Console, e dopo aver selezionato la tua proprietà, la sezione “Errori di scansione” verrà visualizzata in bella mostra e nella parte “Errori causati da URL” si potrà vedere subito il numero di errori.
  2. Per individuare gli errori 404 basta semplicemente cliccare sul titolo della sezione: la sotto-scheda “Non trovato” è quella che ci interessa.
  3. Dopo aver cliccato un link che dà errore presente nella scheda “Non Trovato” verrà aperta una finestrella con ulteriori dettagli che conterrà 2 sezioni e varie funzionalità. Cliccando sulla linguetta “Con link da” vengono mostrati i link che la pagina in questione riceve da altre pagine.

Gli errori 404 solitamente più diffusi sono quelli legati al funzionamento non ottimale del sito web: se ad esempio è down (non raggiungibile per vari motivi) può generare errori HTTP 404. Anche se si sta modificando il codice di programmazione le pagine web potrebbero dare una risposta HTTP 404, per esempio se proprio nel momento in cui si aggiorna il codice lo spider di Google sta cercando di scansionare il sito web. In questo caso la gestione di questo tipo di errori 404 è molto semplice: basta solamente verificare che il link sia raggiungibile, e di conseguenza marcare l’errore come corretto.

Consigliamo dunque di eseguire un costante monitoraggio per evitare di doverne poi correggere troppi insieme!

Web Analytics: dati non chiacchiere

Il nuovo anno è iniziato e il tuo capo ti ha dato il nuovo budget 2016 per il digital marketing. Hai ovviamente chiesto dei preventivi, o hai già delegato l’esecuzione del piano ai tuoi fornitori esterni; ti sei però chiesto se sai misurare con cura il loro operato? Per fare ciò hai bisogno di “analytics”. [Read more…] about Web Analytics: dati non chiacchiere