fbpx
BY STILVERSO

BY STILVERSO

Marketplace: integrazione al tuo eCommerce

C’è da dire che sulla rete spesso non si fa differenza e si parla anche di  Ebay o Amazon, per citare i più diffusi, come di eCommerce. In realtà trattasi di marketplace.

Che differenza c’è tra un eCommerce e un marketplace?

Una misura di grandezza: non tanto rispetto al volume di affari, quanto piuttosto ai “magazzini”, ovvero alla tipologia di prodotti che il negozio digitale gestisce o alla quantità di fornitori che raggruppa. Solitamente un eCommerce gestisce un solo o pochi fornitori e generalmente i prodotti appartengono a un settore ben specifico, addirittura spesso a un solo brand. In più l’eCommerce solitamente viene gestito da uno staff o un’agenzia che gestisce direttamente le transazioni, le promozioni, la pubblicità ed anche il magazzino qualora ce ne sia bisogno.

Un marketplace, invece, raggruppa molti venditori autonomi e spesso, come nel caso di eBay e Amazon, prodotti o servizi appartenenti anche a settori merceologici molto differenti. Solitamente non gestisce direttamente le transazioni che invece finiscono nella contabilità di chi vende. Il marketplace è sostanzialmente un gestore, il quale ha il potere di abilitare il meccanismo di compravendita ma non agisce su questo, non crea cioè tutto ciò che contraddistingue la vendita.

Vantaggi e svantaggi

Il principale vantaggio di un marketplace è senza dubbio legato alla fiducia: il cliente medio si pone meno problemi ad acquistare su un marketplace piuttosto che su un eCommerce appena nato. Il grande “nome” sembra essere garanzia di protezione dei dati, di sicurezza nelle transazioni, anche se  nel caso del marketplace la cosa c’entra meno di quel che si pensa. Dunque per noi il rilanciare i prodotti su un marketplace è una strategia da attuare assolutamente nei primi anni di vita di un’attività online.

Però è anche vero che tutto questo può renderti abbastanza anonimo, uno dei tanti venditori presenti sul portale. Inoltre non puoi scegliere il template e  non avrai il tuo bel marchio in evidenza come invece nel tuo sito. Te lo ricordi il nome del venditore presso il quale hai fatto il tuo ultimo acquisto su Privalia o Zalando?

Infine, essere su un marketplace, così come avere un tuo eCommerce, non significa automaticamente vendere. E’ vero che essere su un marketplace consente al neo venditore di accedere ad un grande traffico ma non è detto che chi approda a queste piattaforme cerchi proprio il tuo prodotto, spesso non ti troveranno e sarai sempre in prossimità di brand più famosi del tuo. A questo proposito esistono pacchetti di visibilità interni al marketplace o tipologie di campagne Adwords specifiche, come nel caso di Google Merchant Center, uno strumento che ti consente di caricare su Google i dati del tuo negozio e dei tuoi prodotti e di renderli disponibili nelle SERP.

fattori-di-successo

E-commerce-italia-marketplace

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email

Scopri cosa può fare per il tuo brand
un'agenzia full-digital come STILVERSO