fbpx
BY STILVERSO

BY STILVERSO

Il tuo canale YouTube è ottimizzato?

Ci sono moltissime ragioni per ottimizzare la propria presenza aziendale su YouTube: quella più evidente è legata a Google (proprietario della piattaforma). Avere una serie di video ben piazzati sul “tube” può permetterti di influenzare positivamente il motore di ricerca e orientare in modo efficace la tua strategia digitale. Oltre a questo, moltissimi utenti utilizzano YouTube per cercare video di recensioni di prodotti, dimostrazioni pratiche, tutorial legati all’utilizzo di un dispositivo e così via: un’occasione per cominciare a popolare con i tuoi contenuti la più grande community attiva dedicata al social video marketing.

Ma la struttura di un canale YouTube è fondamentale quanto la qualità dei contenuti. Se la qualità dei contenuti è un fattore fondamentale per costruire un canale YouTube di successo, anche la sua struttura è un aspetto importante. I video che sono indicati da titoli senza criterio oppure ospitati da un canale privo di identità, allontanano gli utenti dopo la prima visita.

Ecco qualche accorgimento. Pronti? Via :))

youtube-final

Contenuti sempre nuovi

Il target di riferimento è importante, e per mantenerlo devi sviluppare contenuti di largo interesse, non banali e che siano un valore aggiunto per il tuo canale. Per esempio, un approccio tutorialistico può avere molti più vantaggi di uno esplicitamente pubblicitario, ma non è l’unica possibilità: raccontare una storia attraverso un video emozionale, soprattutto se il tuo prodotto veicola sensazioni invece di istruzioni, può anche rivelarsi una scelta giusta.

Segui una linea redazionale precisa e ordina i tuoi video (in primo piano e playlist) in modo tale che corrispondano alla varietà della tua offerta.

La diffusione virale

La diffusione virale non può essere l’obiettivo principale, questo perché non è affatto semplice attivarla, specialmente quando hai pochi video; questo momento il tuo obiettivo principale è quello di trasferire, in modo tecnico, visitatori sul tuo canale YouTube; puoi utilizzare altre piattaforme video come Vimeo, Vine, Instagram per puntare ai contenuti completi sul tuo canale YouTube, in ogni caso si tratta di indirizzare utenza sensibile facendo un lavoro integrato con altri social network.

Chiavi di ricerca coerenti 

Per aiutare il tuo pubblico a trovare i video che hai realizzato è importante che lavorare sui tags, le keywords e le descrizioni, sia allineato in modo pertinente ai contenuti che produci. Non pensare di fare il furbetto inserendo una parola chiave che presumi tra quelle più ricercate perché potresti ottenere solo una gran confusione.

Il layout grafico

Ricordati di elaborare una grafica chiara e di inserire testi visibili e leggibili; una thumbnail è molto piccola, sopratutto durante la ricerca interna a YouTube, e se l’utente riesce a leggerla hai già fatto metà del lavoro. Altri elementi grafici, come il layout generale del canale e i banner interni, sono una parte importante della tua identità commerciale.

Un occhio attento alle visite

Le YouTube Analytics ti consentono di consultare una serie di grafici e dati inerenti le visite sul tuo canale; quando comincerai a totalizzare molti visitatori, puoi cercare di perfezionare i risultati targettizzando l’utenza in base alle tue preferenze e all’area geografica di tuo interesse, integrando una serie di eventi pubblicitari per far circolare al meglio i tuoi video. Le visite però non sono tutto, ci sono altri fattori numerici che devi considerare in una prima fase, prima di tutto cerca di creare interesse e fidelizzare un’utenza sicura e per far questo assicurati di avere più iscritti possibile al tuo canale.

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email

Scopri cosa può fare per il tuo brand
un'agenzia full-digital come STILVERSO