Pubblicato da

Ecco l’antefatto: Facebook vuole i soldi (€€) degli annunci televisivi e quindi ha iniziato a comportarsi come la TV.

L’azienda della Silicon Valley ha collaborato con il colosso Nielsen per lanciare un nuovo prodotto pubblicitario chiamato Target Rating Points Buying: questi TRP consentono agli acquirenti di pianificare, acquistare e misurare campagne che riguardano sia la TV che Facebook. Adesso gli inserzionisti possono pianificare una campagna in considerazione di un target totale TRP e quindi acquistare una quota di tali TRP direttamente con Facebook. Quindi, Nielsen verificherà la consegna su Facebook e Facebook e TV insieme. Con questa mossa, Facebook si sta posizionando come il perfetto complemento mobile per la TV.

I consumatori hanno sempre più la possibilità di scegliere, sperimentare a proprio piacimento e sempre più in modo mobile. Ma questo significa che la TV è andata? Assolutamente no. Le persone semplicemente stanno diventando sempre più multitasking, il tempo trascorso a guardare la TV e sui loro dispositivi mobili inevitabilmente si sovrappongono: mobile è anche sempre più il modo in cui gli utenti di Facebook guardano i video.

Tutto ciò che vuol dire Facebook è diventato una parte vitale di molte abitudini video di spettatori. E, di conseguenza, è anche un veicolo di marketing efficace per gli inserzionisti, in particolare gli acquirenti di annunci TV che vogliono ampliare le loro campagne e colpire l’intero target di pubblico, che verosimilmente non guarda più solo la TV.

Alcuni risultati

La TV è sempre stata una delle piattaforme più funzionali al cosiddetto “far branding”; stando a quanto dimostrato da una ricerca commissionata da Facebook condotta da Nielsen, promuovere campagne televisive attraverso video ads di Facebook, porterebbe a risultati maggiori in fatto di:

  • Target Audience incrementale raggiunta: sulla base di una misurazione condotta attraverso 42 Campagne negli USA, nei casi in cui Facebook e la TV erano congiunti, gli inserzionisti hanno constatato un incremento del 19% nella targeted reach, rispetto alle singole campagne televisive. Nei casi in cui la target audience era composta da Millennials, la reach incrementale è cresciuta del 37%.
  • Efficienza: le stesse 42 campagne hanno inoltre dimostrato come le impressions di Facebook fossero 2 volte più inclini a raggiungere il proprio target, rispetto a quelle della TV. Questo significa che gli inserzionisti avranno potuto investire meno nel raggiungimento della propria audience.
  • Efficacia: uno studio condotto recentemente da Nielsen su 7 campagne pubblicitarie ha dimostrato che le persone esposte sia a Facebook che alla TV, mostravano un livello di memorizzazione delle ads superiore del 3.2%, rispetto a coloro che guardavano solo la TV.

Tag:

Categoria: